Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

sabato 13 novembre 2010

Capita, (fortunatamente non troppo spesso), di leggere commenti su Facebook che ci attribuiscono una precisa identità politica: secondo alcuni lettori, lo staff di "Cose che nessuno ti dirà" è di centrodestra, mentre per altri, siamo addirittura comunisti; quando abbiamo pubblicato alcune riflessioni sull' "antiberlusconismo", un testo che non sosteneva il premier, ma evidenziava come la natura dei problemi del paese sia più ampia (anche perché se il problema dell'Italia fosse solo Berlusconi, sarebbe facilmente risolvibile) qualcuno ha addirittura colto l'occasione per tacciarci dei "berlusconiani".

Questo "fuoco incrociato", da un certo punto di vista, non può che farci piacere, in quanto è la dimostrazione  che di fatto, non sosteniamo nessuno, ma valutiamo fatti, dati e circostanze, indipendentemente da chi sia il "protagonista" della vicenda: detto questo, riconosciamo che nel "mirino" ci finisca più spesso il "centrodestra", ma essendo al governo del paese, è un aspetto fisiologico che sia maggiormente sottoposto a critiche, visto che decisioni le assumono loro, assumendosene "oneri e onori": se governasse il centrosinistra, varrebbe anche per loro.

Analizzando i nostri articoli, potete verificare come  non ci siamo mai sottratti dal rivolgere critiche agli esponenti di qualsiasi movimento politico che ne abbia "offerto" motivo. Non abbiamo mai fatto alcun genere di propaganda, e non abbiamo permesso a nessuno di farne, infatti le poche volte che abbiamo trovato commenti o post su Facebook pubblicati da profili denominati con sigle e simboli "di partito", abbiamo provveduto a rimuoverli, togliendo loro la possibilità di commentare in futuro: accettiamo commenti "di parte" anche propagandistici, purché pubblicati dai cittadini, anche con profili fasulli, ma non dai partiti, che qui riteniamo assolutamente fuori luogo.

A chi sostiene il contrario, rivolgiamo un invito a collaborare con noi: forniteci materiale interessante, notizie di pubblico interesse riguardanti la parte politica a voi avversa, e dopo avere verificato l'attendibilità delle informazioni, le pubblicheremo sul sito: basta che non ci inviate "scaramucce di paese"...! I partiti non sono squadre di calcio, così come noi cittadini non siamo - o meglio, non dovremmo essere - ultras che tifano fedelmente e incondizionatamente. Le amministrazioni - siano esse locali, regionali o nazionali - devono essere valutate e giudicate - possibilmente con obbiettività - in base al lavoro svolto, con un approccio simile a quello che regola un rapporto di lavoro tra un'azienda e un dipendente: siamo noi elettori i "datori di lavoro" che decidono chi assumere. Il problema è che di fatto, siamo noi i "dipendenti", e l'impressione che abbiamo è quella di lavorare a nero, sottopagati e sfruttati...

Di seguito riportiamo alcuni articoli, con breve descrizione (laddove il titolo non fornisca indicazioni sull'oggetto del comunicato) che testimoniano come abbiamo rivolto critiche indistintamente, al "centrosinistra" e al "centrodestra:


...etc etc etc...

Per condividere l'articolo premi l'apposito pulsantino sotto il post

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi